Pillole di Vita: Quel messaggio mai inviato

Ciao Amici, oggi voglio parlarvi di rimpianti e messaggi mai inviati.

amicizia-

Rabbia?

Quante volte mi è capitato di prendere il telefono e aprire quella chat, cercando di riordinare i pensieri, calmare la rabbia che impetuosa mi costringeva a buttare giù parole che avrebbero potuto ferire. Indugiavo, cancellavo tutto. Via telefono. Via messaggio.
Ci riprovavo a distanza di giorni, forse mesi, e poi subentrava la malinconia. Niente, messaggio cancellato di nuovo, parole mai dette. Pensieri lasciati affogare nel caos.

Rimpianto e ricordi

Le giornate scorrono, e la vita ci trascina lontani dai pensieri. Ed eccolo che arriva, quando meno te lo aspetti, quel ricordo mette radici nella tua testa, e trascorri un’ora intera a pensare al tempo passato insieme. Alle risate, ai litigi.

A quanto eravamo uniti, inseparabili.

Un fratello e una sorella, non di sangue, che si sono curati le ferite a vicenda e hanno brindato a tutte le vittorie. Ora ridotti a due estranei.

Io pensavo a lei, e una parte di me voleva che lei stesse pensando a me.

Mai quella notifica, mai quel messaggio che avrei voluto ricevere.

Ferma la vita.

Da ormai qualche mese sto facendo un percorso che mi sta aiutando a far luce su tanti lati di me. Sto affrontando tante zone oscure del mio carattere, cercando con tutte le mie forze di rendermi una persona migliore.
Saranno le letture, saranno le ore di meditazione. Qualcosa dentro di me comincia a smuoversi. Tanti nodi stanno venendo al pettine e sto capendo che forse con alcune mie azioni posso aver ferito chi volevo più bene.
Vivere significa anche imparare, giusto?

Vi ho parlato in questo articolo di una persona importante della mia vita. Ho dato la colpa alle circostanze di averci allontanati.
La settimana scorsa ho fermato la vita e ho pensato: forse non sono state le circostanze a farci allontanare; forse stavamo tutti e due vivendo una situazione difficile e non ci siamo capiti.
Avevo dato per scontato che potesse capire determinate cose di me, senza averle dato modo di sapere.

Quel dolce sogno

Eravamo insieme, finalmente, in un sogno. Le pareti erano zeppe di foto che ritraevano la nostra giovinezza. Quanto eravamo belli. Quanto siamo ancora belli. Ragazzi, sentire di nuovo la sua risata mi ha gonfiato il cuore di Amore.
Mi sono svegliato quella mattina con un sorriso, anche se avevo rimosso del tutto il sogno. Mentre lavoravo continuavo a domandarmi perché stavo così bene. Eccolo che ricordo il sogno.
Questa volta non mi sono fermato, ho preso il telefono e le ho scritto.

Il messaggio inviato

Le scuse spesso non servono a niente. Ho proferito raccontarle del sogno, di quanto mi mancasse sentirla, di quanto ero fiero di lei. Non volevo una risposta, ci tenevo solo sapesse quanto per me ancora significhi, nonostante tutto, nonostante noi.
Ho scritto il messaggio con gli occhi gonfi di lacrime, perché erano parole che avrei voluto dirle molto tempo prima, e che avevo seppellito dentro di me.
Non puoi celare ciò che provi veramente.

La risposta però è arrivata.

Eccoci, adesso, di nuovo, come un tempo. Affiatati come non mai.
Ci siamo semplicemente presi una pausa, che è servita a rafforzarci. Siamo cambiati, siamo migliori, siamo felici. Questo è ciò che conta.

A volte basta quella parola che per qualche motivo non vogliamo dire, quel gesto che non vorremmo fare, a cambiarci la vita, a renderla migliore, a dimostrare a chi vogliamo bene quanto in realtà sia importante per noi.

Sta all’altro poi stringerci in un abbraccio.
Vi sto scrivendo queste parole con la consapevolezza di avere di nuovo un’amica in più. Sono fortunato, lo so.


Un’altra lezione imparata.

Ho imparato a dire Ti Voglio Bene. Sto imparando ad accettare gli altri. Sto imparando a capire di più gli altri e a dargli il tempo di capirmi. Non tutto può essere bianco o nero, no?
Di errori se ne fanno, ed è così che si cresce.
Questo percorso mi sta cambiando profondamente, e non vedo l’ora di potervene parlare. Ora credo sia un po’ prematuro.

Vorrei solo che chi mi stesse leggendo e si trovasse in una situazione analoga alla mia, prendesse in mano il telefono e chiamasse quella persona di cui ha bisogno adesso. Non può che fare del bene.

Noi ci vediamo al prossimo appuntamento.

G.

4 risposte a "Pillole di Vita: Quel messaggio mai inviato"

Add yours

  1. ancora piango invece per non aver atteso ed aver gettato nella Rete quel messaggio …. forse ora avrei una vita diversa… con una diversa amante … una diversa auto … una diversa casa ….ma forse la mia irruenza sarebbe esplosa in un altro momento , rovinando sempre tutto ….

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: