Pillole di Vita: Narciso

Per l’ennesima volta i miti tornano così attuali. Chi non conosce la storia di Narciso? Il bel cacciatore che per punizione divina finì con l’innamorarsi di se stesso dopo essersi specchiato in un lago?

narcisista

Il narciso tra noi.

Non voglio parlarvi del disturbo narcisistico di personalità, perché è un campo che non mi compete. Vorrei però raccontarvi la mia esperienza con Mr. Narciso.

Era bello, affascinante, alla moda, attento al dettaglio, con la battuta sempre pronta. Riusciva a stregarti col suo sorriso. Era una calamita.

Ne eravamo attratti in tanti, io ne ero tentato. Una persona brillante, così profonda (all’apparenza) non poteva che apportare qualcosa di buono alla mia vita.

Sedeva sul suo trono fatto di belle parole e chiedeva in cambio lodi. Ti raccontava quanto eri speciale, solo per sentirselo dire, per sfamare quell’ego così grande e insaziabile.

Sono stato al gioco.

Ho cominciato a dar da mangiare a quell’ego, perché le sue attenzioni mi facevano sentire ‘speciale’.

Il Narciso aveva, il Narciso voleva, il Narciso poteva.

Era diventato quasi un mantra che si ripeteva allo sfinimento, giorno dopo giorno.

L’avevo imparato anche io a memoria. La verità di fede di un Re decadente.

narciso-giacomo-ferraiuolo

Narcotizzato.

Mi specchiai e non mi riconobbi. Dove erano finite le mie ali? E i miei sogni perché erano seppelliti in quell’angolo di giardino, tra narcisi recisi e petali raggrinziti?

La mia espressione non era quella che conoscevo. I miei occhi non parlavano più.

Aveva narcotizzato la mia essenza.

La prima volta che presi coscienza di ciò allontanai il Narciso, e mi armai di pala per dissotterrare il mio cadavere.

Non lo accettò. Tornò, con la coda tra le gambe e l’ego di nuovo affamato.

Se fai due volte lo stesso errore vuol dire che non sei ancora pronto.

‘So che è tutto così sbagliato, mi sta bene, non merito altro, non merito di meglio.’ 

Questa frase la sputò fuori la mia testa in un momento di autoflagellazione, rendendola mia. Tornati punto e daccapo, ma una rivolta stava prendendo piede dentro di me. Da un bisbiglio appena udibile, era diventata un grido assordante.

Me ne andai, lo abbandonai al centro del suo regno in declino, e tirai fuori la mia carcassa da quella fossa che avevo scavato, e trascinata via da quel giardino che puzzava di marcio.

Ci provò di nuovo. Non mi vinse.

Sono passati anni e tutto questo è solo un vecchio ricordo. Ho imparato però che non è stato l’unico Narciso, ci sono tante persone che accrescono il loro ego solo con le belle (finte) parole degli altri. Gente insicura che cerca solo l’approvazione altrui, per sentirsi semplicemente ‘qualcuno‘.

E per noi, vittime (in)consapevoli, non c’è niente di peggio che annullare la propria vita, i propri sogni, per qualcuno. Non riconoscersi più, e sentirsi ormai gettati in un cassonetto, è forse la sensazione più letale che possiamo avere.

Io l’ho provato, e ho anche creduto che non potevo fare nulla per tornare indietro. Il Narciso ti distrugge, a piccole dosi, con le sue maniere subdole.

Io fuggo via.

Sempre. Continuo a fuggire quando fiuto nell’aria il profumo dolciastro di un narciso. Anche perché sembra che una persona con un disturbo narcisista tenda a instaurare rapporti di amicizia, o relazioni, esclusivamente se ha la certezza che l’altro possa favorire la soddisfazione dei propri scopi. Non c’è niente di vero in loro, è tutta una maschera, un sorriso così accecante che nasconde qualcosa di nero.

Mi specchio.

Sono tornato a specchiarmi però, amandomi, sono qui, col mio cadavere e i miei sogni. Indovinate? Sono di nuovo spuntate le ali che avevo perso.

Come ho appena scritto, mi sto amando, perché non fa mai male amarsi, anzi, dovremmo imparare un po’ tutti a farlo, e ringrazio Mr. Narciso, perché dopo avermi annullato, mi ha permesso di risorgere giusto un po’ più forte, e di capire meglio le relazioni che avvelenano la nostra anima.

Un consiglio per voi:

Cercate solo l’approvazione di voi stessi, e non quella degli altri, perché, a volte, proprio tra queste persone ‘benevole’ si nasconde il Narciso.

Fregatevene del giudizio altrui e spiccate il volo, solo così dimostrerete a voi stessi la vostra forza.

Citando il mio Maestro di Vita, Nietzsche: Coloro che danzavano furono giudicati pazzi da quelli che non potevano sentire la musica.

Credetemi, essere pazzi non è poi così male :p

G.

 

Una risposta a "Pillole di Vita: Narciso"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: